gestione ambientale

L’ambito di applicazione del decreto legislativo 49/2014 dal 15 agosto 2015 sarà “Open Scope“, così come previsto dalla direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Le modifiche apportate all’ambito di applicazione riguardano il passaggio dalle attuali 10 categorie dell’Allegato I della direttiva 2012/19/UE alle 6 nuove categorie previste dell’Allegato III della stessa direttiva, che includono delle categorie “aperte” relative alle apparecchiature di grandi e piccole dimensioni, ovvero:

  • categoria 4. Apparecchiature di grandi dimensioni (con almeno una dimensione esterna superiore a 50 cm);
  • categoria 5. Apparecchiature di piccole dimensioni (con nessuna dimensione esterna superiore a 50 cm);
  • categoria 6. Piccole apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni (con nessuna dimensione esterna superiore a 50 cm).

Qualora non si fosse in grado di stabilire se determinate apparecchiature rientrino o meno nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014, il produttore può richiedere al Comitato di vigilanza e controllo di esprimersi, inviando una richiesta all’indirizzo pec segreteria.comitatoraeepile@ispra.legalmail.it corredata da una breve descrizione dell’apparecchiatura unitamente alla scheda del prodotto e alle immagini dello stesso.

sicurezza cantieri salute

L‘EU-OSHA e la Commissione europea hanno costituito VeSafe, la guida elettronica per la sicurezza dei veicoli al lavoro.
VeSafe condivide con gli utenti le informazioni sui rischi correlati all’uso dei veicoli nello svolgimento dell’attività professionale.
In particolare lo sportello interattivo tratta di sicurezza alla guida, trasporto sul luogo di lavoro e lavoro su strada o in prossimità di una strada.
VeSafe contiene molti esempi di buona pratica, una panoramica della normativa in materia, è gratuito e di facile consultazione, grazie ai filtri per rischio o tipo di veicolo.
Gli incidenti da veicoli rappresentano il 29% di tutti gli incidenti mortali sul lavoro, consulta subito la guida elettronica VeSafe!

sicurezza cantieri salute

La Regione Lombardia ha pubblicato le “Linee guida per la verifica degli scenari di esposizione di una sostanza ai sensi del Regolamento n. 1907/2006 (REACH)“.
Il documento ha la finalità di fornire agli operatori del controllo e alle imprese uno strumento per la verifica dei requisiti richiesti per gli scenari di esposizione, allegati alla scheda dati di sicurezza di una sostanza.
Gli scenari di esposizione costituiscono un estratto della relazione sulla sicurezza chimica (CSR, Chemical Safety Report), che il dichiarante elabora nel processo di registrazione della sostanza.
Tuttavia il regolamento REACH non prevede una struttura standard obbligatoria per gli stessi.
Le linee guida della Regione Lombardia permettono di controllare gli scenari di esposizione in termini di completezza e coerenza con la SDS.

gestione ambientale

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha pubblicato la nuova Guida Gestione Azienda del Sistema di controllo della Tracciabilità dei Rifiuti, aggiornata alla versione del 20 luglio 2018.
Il nuovo documento è scaricabile sul sito del SISTRI nella sezione Documenti > Manuali e Guide.

gestione ambientale

L’ISPRA ha redatto l’elenco degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante assoggettati agli obblighi di cui al D.Lgs. 105/2015.
L’aggiornamento al 30 giugno è disponibile sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
L’elenco aggiornato è il risultato delle verifiche effettuate dall’ ISPRA in base alle notifiche presentate dai gestori degli stabilimenti a seguito dell’ entrata in vigore del D.Lgs.105/2015.